CENTRO POLIFUNZIONALE PER L’INFANZIA E L’ADOLESCENZA

Il principio cardine del Centro polifunzionale per l’infanzia e l’adolescenza è la famiglia, protagonista, parte attiva dell'intervento.

È necessario individuare i punti di fragilità e focalizzare l’attenzione sui fattori che permettono alla famiglia di fronteggiare le difficoltà, fornendo strumenti e strategie efficaci.

Il nostro obiettivo
Sostenere e formare le famiglie, rendendole protagoniste del benessere dei loro figli.

Nello specifico:
• formare i genitori sui programmi di intervento educativi al fine di migliorare la performance dei genitori nell’interazione con i figli;
• fornire ai genitori strategie e strumenti, anche tecnologici e innovativi, per intervenire in maniera più consapevole sul bambino;
• ridurre il livello di stress dei genitori rispetto all’accettazione dei figli che presentano qualche tipologia di disabilità, mediante il coinvolgimento nella terapia;
• aumentare la consapevolezza nei genitori sulle loro competenze nel rapporto con i figli;
• stimolare le relazioni tra fratelli;
• informare e formare gli insegnanti e gli educatori, fornendo loro gli strumenti e le strategie educative per intervenire sugli alunni e per garantire continuità all'azione educativa della famiglia;
• creare un ambiente domestico più accogliente e funzionale ai bisogni della famiglia con il conseguente miglioramento della qualità di vita familiare;
• promuovere il benessere psico-fisico del bambino.

Family room
Prevede il coinvolgimento dei genitori, principali mediatori dell’intervento, migliorando l’interazione genitore-figlio, riducendo i livelli di ansia e di stress nella gestione dei figli laddove presentino bisogni educativi speciali. I genitori, ricevuti in una stanza accogliente, calorosa, esclusiva, tecnologica, creata per abbracciare le richieste di ogni famiglia, potranno: guardare, attraverso canali di rete dedicati, l’intervento e le attività del figlio; monitorare i miglioramenti attraverso la visione dei filmati; consultare il professionista per acquisire informazioni e la formazione sulla gestione della quotidianità.
La famiglia non è solo destinataria del progetto, ma è attivamente inserita nella programmazione e nella formazione per l’acquisizione delle competenze adatte per poter gestire autonomamente l’educazione del proprio figlio, l’interazione genitore-bambino.
Si prevede la formazione dei genitori sulle competenze educative più funzionali per affrontare le problematiche osservabili all’interno delle famiglie con figli. Il sostegno psicologico si rivela uno strumento fondamentale per l’analisi dello stato emotivo del singolo e della coppia, per l’elaborazione dei sentimenti di tutti i membri della famiglia e per favorire una corretta percezione del figlio e delle sue potenzialità.

Snoezelen room
Il termine snoezelen è un neologismo composto da due parole olandesi “snuffelen” (trovare, esplorare) e “doezelen” (sonnecchiare, pisolare). È una tecnica che si avvale di un approccio multisensoriale, che attraverso la stimolazione e l’integrazione plurisensoriale, consente al bambino di esplorare, conoscere l’ambiente ed interagire con esso, in un contesto piacevole.
È una stanza dotata di particolari luci, colori, musiche, profumi, paesaggi, angoli morbidi. È composta da materiali ricercati e sofisticati che creano un ambiente accogliente, rilassante, stimolante appositamente per i bambini con bisogni speciali. Nasce dall’esigenza di realizzare uno spazio protetto e strutturato, accessibile a tutti, finalizzato a sviluppare nel bambino la capacità di entrare in relazione e di conoscere il mondo esterno attraverso i canali sensoriali in un contesto impostato su dinamiche ludiche e rasserenanti. Il professionista consentirà il coinvolgimento anche del genitore nell’applicazione della metodologia per ricreare un ambiente di ricercata pace familiare.

Meter a scuola
Opera attraverso un lavoro di rete e costruisce un ponte tra la scuola e la famiglia per fornire risposte alle domande di genitori e insegnanti ed interventi psicoeducativi nella classe in cui è inserito il bambino. Favorisce la sensibilizzazione e l’informazione, l’integrazione del bambino nella scuola e migliora gli stati emotivi vissuti dalla famiglia nel momento dell’inserimento scolastico.

Pertanto Info Meter all’interno dei plessi scolastici:

• organizza incontri con le famiglie degli alunni, sostenendoli nelle adeguate modalità di intervento con i propri figli;
• interviene con appropriati strumenti nei confronti degli alunni;
• interviene sul gruppo classe al fine di poter fornire gli strumenti, agli insegnanti e ai compagni di classe, funzionali alla gestione dei bambini che manifestano dei comportamenti inadeguati al fine di favorire l’integrazione scolastica/sociale.

Attività psicoeducative attraverso i laboratori

Laboratori sulle autonomie
L’autonomia è l’obiettivo fondamentale per tutti i bambini e i ragazzi con disabilità. Il fine non è fornire una mera assistenza, ma strutturare ogni momento e ogni attività, per permettere l’acquisizione delle competenze necessarie per renderli autonomi nella vita quotidiana.
Nell’insegnamento di abilità che favoriscono l’autonomia valgono delle regole ben definite e precise, quali ad esempio: condivisione di obiettivi e di strategie per raggiungerli, analisi e scomposizione del compito, osservazione sistematica, valutazione continua, adattamento e strutturazione dell’ambiente, risorse necessarie, tecniche d’insegnamento, generalizzazione delle acquisizioni.
Pertanto, vengono realizzati, in funzione dell’età, vari laboratori e uscite nell’ambiente esterno per fornire loro le informazioni e le competenze necessarie per condurre una vita sana e priva di rischi attraverso l’acquisizione delle abilità essenziali.

Le attività dei laboratori pratici hanno lo scopo di implementare il viaggio verso le crescita e l’acquisizione di competenze volte al miglioramento della qualità della vita dei ragazzi e consentono di valorizzare le loro potenzialità per un’inclusione sociale e lavorativa attraverso la stesura di un programma individualizzato con obiettivi specifici:
1. Autonomie personali
2. Competenze sociali
3. Abilità metacognitive sulle emozioni
4. Competenze professionali ed orientamento pratico al contesto lavorativo
I laboratori prevedono lo svolgimento di attività altamente strutturate e organizzate anche attraverso l’ausilio della Comunicazione Aumentativa Alternativa e programmate dai tutor dei bambini e ragazzi.

Nello specifico, gli obiettivi vengono raggiunti attraverso i seguenti laboratori:
1. Laboratorio di Giardinaggio ed orto
2. Laboratorio di cucina
3. Laboratorio di gestione domestica
4. Laboratorio di preparazione e sistemazione del materiale stampato per il servizio solidale di grafica e stampa.
5. Laboratorio manuale creativo
6. Laboratorio sportivo
Ogni laboratorio si integra con i successivi per il raggiungimento delle competenze globali del ragazzo, pertanto l’inserimento prevede una valutazione preliminare delle loro competenze di base. Le attività vengono svolte in gruppo con una frequenza settimanale della durata di 3 ore.

Laboratorio di preparazione e sistemazione del materiale stampato per il servizio solidale di grafica e stampa 1 Laboratorio di preparazione e sistemazione del materiale stampato per il servizio solidale di grafica e stampa 2 laboratorio sportivo

Laboratorio di Giardinaggio e orto
Dalla conoscenza della pianta e dell’ortaggio che si intende piantare alla lavorazione della terra, dalla piantagione alla cura del prodotto, dalla raccolta al confezionamento.
Questo laboratorio consente di giungere ad una maggiore conoscenza sino ad acquisire delle reali competenze nella cura di un giardino o di un orto.

laboratorio giardinaggio e orto 1 laboratorio giardinaggio e orto 2  

Laboratorio di cucina
Dalla raccolta dei prodotti della terra da loro coltivata sino alla preparazione e alla realizzazione di una ricetta con i prodotti raccolti e gli ingredienti della bottega SuperAutonomo, l’ambiente strutturato mediante CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa) che consente di effettuare la spesa autonoma, ma mediata da ausili.
La ricetta realizzata viene scelta in funzione delle competenze di base dei partecipanti. Dallo svolgimento del laboratorio abbiamo verificato un ampliamento della comprensione del vocabolario inerente all’ambiente cucina, un miglioramento delle abilità fino-motorie, l’acquisizione della sequenza di realizzazione della ricetta, raggiungimento di una parziale autonomia nella realizzazione di un pasto, acquisizione di competenze lavorative (es. impastare la pasta fresca).
Al di lа del lavoro abilitativo svolto, le attività rappresentano anche un momento di condivisione, di socializzazione, dove terapisti, educatori, nonni, genitori e amici condividono ricette, si “rimboccano le maniche” per creare un ambiente di apprendimento, ma soprattutto di serenità che si riversa nella quotidianità.

 laboratorio cucina 1  laboratorio cucina 2
 laboratorio cucina 3  laboratorio cucina 4

Laboratorio di gestione domestica
È importante che i ragazzi vengono abilitati alla cura dell’ambiente domestico e di lavoro. Meter ha ricreato un ambiente domestico per consentire loro una gestione autonoma di sé nei vari ambienti e per favorire l’intervento psicoeducativo del genitore a casa. Pertanto, è opportuno anche il coinvolgimento dei genitori per condividerne le strategie e le modalità.

Laboratorio manuale creativo
Momento di espressione creativa attraverso la realizzazione di oggetti di vario materiale in occasioni delle festività e per la creazione di elementi creativi per la struttura. Ogni oggetto realizzato prevede inoltre il confezionamento e la consegna alle famiglie dei bambini presenti presso l’Associazione Meter.

laboratorio manuale creativ laboratorio manuale creativo 2

Laboratorio sportivo
Bambini e ragazzi attraverso lo sport creano un ambiente di integrazione finalizzato allo sviluppo delle abilità sociali, a migliorare la motricità globale e alla gestione delle emozioni. Atletica, basket per il rispetto delle regole, per il rispetto dell’altro, divertendosi insieme.

Equipe
Ciascun esperto ha uno specifico ruolo e opera in sinergia con le professionalità al suo interno per potenziare le abilita di curriculum individuali attraverso un costante monitoraggio degli obiettivi stabiliti per ogni bambino.
La finalità è il benessere del bambino e della famiglia.
Genitori e figli sono costantemente monitorati e accompagnati lungo il percorso riabilitativo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

polo esterno

  

 

polo1

polo3

  

polo2


2 3 4
 5  6  7  8