Centro Network Polifunzionale Educativo

disegni centronetwork

Il Centro Network nasce dalla richiesta di insegnanti, genitori, educatori per ottenere gli strumenti necessari per far fronte alla nuova sfida educativa che le tecnologie sempre più sofisticate pongono loro. Pertanto l’Associazione Meter accoglie la loro necessità di conoscenza del mondo dei social network e di formazione per affrontare i rischi in cui potrebbero incorrere i bambini, derivanti da un uso inadeguato di Internet.

È un innovativo programma di intervento educativo e tecnologico che si avvale di software e hardware altamente sofisticati per avviare un percorso di conoscenza e di educazione all’uso della tecnologia. Inoltre il Centro Network è abilitato a realizzare corsi di formazione e convegni di sensibilizzazione.

Al fine di educare i giovani all’uso consapevole di Internet e della Tecnologia, attuiamo progetti mirati di intervento presso le scuole.

Il servizio è fornito dividendo i destinatari per fascia d’età, per facilitare il raggiungimento degli obiettivi.

I servizi

  • Corso di formazione “In Riga su Internet”, prende il nome dalla campagna informativa di educazione digitale con l’obiettivo di sensibilizzare i bambini e i ragazzi ad un uso consapevole, sicuro, positivo dei Nuovi Media;
  • Corso di Formazione “Al di là della realtà… virtuale”, rivela ai ragazzi i rischi e le potenzialità della Rete e definisce il confine tra la realtà e il virtuale;
  • Convegni di Sensibilizzazione all’uso corretto di Internet per responsabilizzare gli adulti all’educazione delle nuove generazioni;
  • Progetti di intervento psico-educativo per i bambini e i ragazzi che necessitano di una rieducazione all’uso della tecnologia, di una risoluzione delle problematiche che trovano manifestazione attraverso l’uso inadeguato di Internet (es. cyberbullismo, sexting);
  • Psicoterapia indirizzata a persone affette da dipendenza tecnologica.

child

kids-computers

bambinatablet

ragazzacell

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Convenzione Polizia Postale e Meter onlus


Polizia delle Comunicazionilogo png meterProcure, Prefetture, Questure e altri organi di Polizia riceveranno, per conoscenza e per un consolidamento dei rapporti, nel rispetto dei ruoli istituzionali di ciascuno, il testo della Convenzione siglata tra la Polizia Postale e delle Comunicazioni e l'Associazione Meter onlus, sottoscritta dal Direttore centrale delle Specialità della Polizia di Stato, Prefetto Luciano Rosini, ed il Presidente dell'Associazione Meter onlus, don Fortunato Di Noto.
L'accordo siglato a Roma lo scorso 5 novembre 2008 sugella il costante confronto tra l'Istituzione della Polizia di Stato e l'Associazione Meter di Avola (sede nazionale) tra le più impegnate sul fronte della tutela dei minori. Non a caso, infatti, l'11% dei siti contenuti nella "black list" della Polizia Postale sono l'oggetto delle segnalazioni inoltrate dall'Associazione Meter.

Attuando quanto previsto dalla Legge 6 febbraio 2006 n. 38, che ha, tra l'altro, istituito il Centro Nazionale per il contrasto della pedopornografia sulla rete Internet, la Convenzione delinea, in modo puntuale, le competenze specifiche delle parti firmatarie per un'azione comune di contrasto della pedopornografia in Internet e per lo studio dei fenomeni connessi all'utilizzo della Rete da parte dei minori (artt. 1 e 2), nell'ottica non soltanto repressiva ma anche preventiva ed educativa.
L'Associazione Meter, pertanto, garantirà l'apporto dei propri esperti, i quali, con prestazione volontaria e gratuita, a soli scopi solidaristici, assicureranno continuità metodologica tra le attività di monitoraggio e di analisi dei fenomeni della Rete e le finalità investigative (artt. 3 e 4); in particolare l'Associazione Meter, in virtù della propria esperienza pluriennale e della presenza nel Data-base UNICRI, collaborerà con il Centro, nel rispetto delle normative vigenti in materia, all'individuazione delle vittime di sfruttamento sessuale e di produzione di materiale pedopornografico.

La Convenzione consolida il già esistente rapporto di reciproca collaborazione tra l'Associazione Meter e la Polizia Postale e delle Comunicazioni, con il coinvolgimento di entrambe le parti nelle rispettive iniziative di formazione funzionali alle finalità della Convenzione medesima (art. 5)

pannello-convenzione-polizia

Numero Verde

PER I DIRITTI DEI BAMBINI E RIDARE SPERANZA AI BAMBINI VIOLATI - CHIAMATA GRATUITAnumero verde

Il "Numero Verde per diritti dei bambini" dell'Associazione "Meter onlus di don Fortunato Di Noto", è un servizio offerto dall'associazione in aggiunta al servizio sociale del Centro di Ascolto e Prima accoglienza, agli Sportelli Meter e al numero istituzionale di Meter 0931 564872 oltre che al portale di servizio www.associazionemeter.org anche per le segnalazioni dei siti pedopornografici e nocivi per i minori.

Il call center nazionale, sostenuto con il contributo della Regione Sicilia, Assessorato Beni Culturali, Ambientali e Pubblica Istruzione e attivo ad opera dei volontari di Meter, risponde al NUMERO VERDE 800 45 52 70, chiamata gratuita, per le chiamate provenienti dall'Italia,

Attivo da lunedì a venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30 e dalle ore 15.30 alle ore 18.00.

Le chiamate e le consulenze offerte sono a totale carico dell'Associazione Meter, l'obiettivo è quello di aiutare e accompagnare in tutte le sue difficoltà i bambini o le famiglie che vivono situazione di disagio, abbandono, violenza, e sul fenomeno dell'abuso sessuale. Il Numero Verde (che sarà a disposizione di tutti gli utenti sul territorio nazionale e degli Sportelli Meter) fornisce, attraverso un'equipe di esperti e figure professionali, informazioni e percorsi di prevenzione, nonché risposte, sul problema dell'abuso all'infanzia, della pedofilia e sui diritti dell'infanzia.

Il servizio del Numero Verde e gli Sportelli Meter dislocati nel territorio nazionale collaborano, seguendone i casi di urgenza con:

    • Forze dell'ordine e di Pubblica Sicurezza (Uffici Territoriali del Governo, Polizia, Carabinieri, Municipale, etc.)
    • Soccorso sanitario (118, Pronto Soccorso, Guardia medica)
    • Procure presso i Tribunali (ordinaria e minorile)
    • Servizi socio-sanitari della ASL (Neuropsichiatria Infantile, consultorio familiare)
    • Enti Locali (Comune, Provincia, Regione)
    • Tribunali (per i Minorenni e/o Ordinario)
    • Centri di Giustizia Minorile, etc. (Ufficio Servizi Sociali per i Minorenni, Centro di Prima Accoglienza, Istituto Penale Minorile)
    • Centri di Accoglienza (Comunità, Case Famiglia, etc.)