Pedofilia online: Don Di Noto "bloccare i siti"

Pedofilia online: Don Di Noto "bloccare i siti"
 
Venerdì 03 Ottobre 2008
 
''Bloccare e interdire i siti e' utile agli investigatori per arrestare gli sfruttatori dei bambini''. Lo afferma il fondatore dell'Associazione Meter, Don Fortunato Di Noto. Sono centinaia i portali e i semplici siti web oscurati dalla Polizia Postale sulla base delle segnalazioni fatte dall'Associazione Meter. L'attivita' ha portato a 170 siti stranieri bloccati dalla Polizia Postale Italiana e 87 sono da attribuire alle segnalazioni di Meter. ''E' la prima volta - aggiunge don Fortunato - che in maniera del tutto concreta comunichiamo l'eccellente opera di contrasto che compiono Meter e il Centro della Polizia Postale che contrasta la pedofilia e la pedopornografia. Abbiamo solo riportato alcuni esempi tra le migliaia di segnalazioni per invitare gli utenti della rete, i genitori, le scuole, le universita', le aziende a trasmettere o a noi di Meter o direttamente alla Polizia Postale qualunque sito che diffonde materiale pedopornografico''. (ANSA).

PEDOFILIA: METER, FORTE CONTRASTO CON NOSTRE SEGNALAZIONI

PEDOFILIA: METER, FORTE CONTRASTO CON NOSTRE SEGNALAZIONI

(AGI) - Catanzaro, 3 ott. - Grazie alle segnalazioni costanti dell’associazione Meter onlus (www.associazionemeter.org), fondata da don Fortunato Di Noto, sono centinaia i portali e i semplici siti web pedofili oscurati dagli uomini della Polizia Postale e delle Comunicazioni. Lo rende noto la stessa associazione. “Si tratta - si legge in una nota stampa - di un lavoro certosino e compiuto nel silenzio. Su 170 siti stranieri bloccati dalla Polizia Postale Italiana 87 sono merito delle segnalazioni di Meter (2006-2008 primo semestre). Rendiamo pubblico questo lavoro certosino per mettere in guardia chiunque si serva della rete e per invitare gli utenti della rete, sempre piu’ sensibilizzati al problema del contrasto alla pedopornografia e pedofilia online, ad inviare segnalazioni”. Soddisfatto don Fortunato Di Noto, che dichiara: “Abbiamo scelto, da un punto di vista operativo di mirare la nostra ricerca per il buon fine della segnalazione . E’ la prima volta che in maniera del tutto concreta comunichiamo l’eccellente opera di contrasto che compiono Meter e il Centro della Polizia Postale che contrasta la pedofilia e la pedopornografia. Abbiamo solo riportato alcuni esempi tra le migliaia di segnalazioni per invitare gli utenti della rete, i genitori, le scuole, le universita’, le aziende a trasmettere o a noi di Meter o direttamente alla Polizia Postale qualunque sito che diffonde materiale pedopornografico. Perche’ bloccare, interdire i siti, immetterli nella black list - conclude don Di Noto - offre agli investigatori di proseguire, in collaborazione con le altre Polizie del mondo, le indagini per arrestare gli sfruttatori dei bambini, per bloccare la diffusione delle immagini e dei video”. (AGI) Ros/Cop