Aci Castello, cittadinanza onoraria a don Fortunato Di Noto

Il Comune di Acicastello ha conferito la cittadinanza onoraria a don Fortunato Di Noto,
fondatore e presidente dell’Associazione Meter, impegnata da anni nella lotta alla pedofilia. La cerimonia si è svolta nell’aula consiliare del Municipio di Aci Castello,
alla presenza del sindaco Filippo Drago, di Salvo Danubio, presidente del consiglio comunale, del procuratore aggiunto Michelangelo Patanè e di numerose autorità civili e militari.
Una cerimonia gioiosa, nella quale si è festeggiato anche il 51mo anniversario del sacerdote,
arricchita dalla presenza del baby consiglio comunale, del baby sindaco Chiara Arcidiacono
e di numerose scolaresche accompagnate dai presidi Valeria Aranzulla e Natalino Fraggetta.
“È un momento significativo ed emozionante – ha sottolineato il sindaco Drago –
con il quale si rinnova il profondo legame di collaborazione con l’Associazione Meter
che già da 10 anni ha uno sportello attivo nel nostro territorio, coordinato da Patrizia Trovato a Ficarazzi, con cui collaborano tanti volontari. Attraverso lo sportello, sono stati sottoscritti importanti protocolli d’intesa con le scuole, le famiglie e sono stati realizzati progetti di informazione e cooperazione per creare una rete di vigilanza a protezione dell’infanzia.
Non dimenticherò mai questo momento, così come quello in cui, qualche tempo addietro, conferimmo la cittadinanza onoraria anche a Don Ciotti impegnato nella lotta contro i fenomeni mafiosi”.Il baby sindaco Chiara Arcidiacono ha rivolto un significativo messaggio
a don Di Noto, facendogli omaggio anche di un quadro raffigurante il paesaggio castellese.
Anche il presidente Danubio ha ribadito l’importante decisione di conferire la cittadinanza
a don Di Noto, adottata con consenso unanime dall’intero consiglio comunale.
“Sono commosso dal vostro immenso affetto e amicizia – ha replicato il presidente di Meter – e l’invito che vi rivolgo in questo giorno è quello di dare tanto al mondo perché ciò che
va donato non va perduto. La nostra forza nella difesa dei diritti dei bambini è proprio il volontariato attraverso il quale è possibile vincere le guerre. Meter conta oltre 400 volontari in tutto il mondo che si battono per far valere ovunque i diritti dell’infanzia perché salvare un bambino è salvare l’universo intero. Spero di onorare nel migliore dei modi questa cittadinanza onoraria di Aci Castello che accolgo con molta umiltà”.La mattinata di festa si è conclusa con un omaggio musicale con la pregevole esibizione chitarristica della scuola “Rimini”, diretta dal maestro William D’Arrigo, e con l’immancabile taglio della torta di compleanno che le associazioni locali castellesi hanno appositamente preparato per il compleanno di don Di Noto.