A Don Di Noto la cittadinanza onoraria di Aci Castello

Il consiglio comunale di Aci Castello, in provincia di Catania, ha deliberato di concedere la cittadinanza onoraria a don Fortunato Di Noto e di confermare l’impegno dell’ente a tutela dell’infanzia. I componenti del parlamentino locale hanno votato due mozioni: una per conferire il riconoscimento al giovane ma esperto sacerdote, fondatore e presidente dell’Associazione “Meter”  che si batte da anni contro la pedofilia e la pedo-pornografia, l’altra per sostenere un progetto di assistenza per le vittime del reato di stalking. La cittadinanza per don Di Noto era stata anticipata dal sindaco durante la cerimonia ufficiale di consegna del premio “S. Mauro”, assegnato proprio a don Fortunato che è uno dei pochi ecclesiastici che vanta al suo attivo una lunga e documentata esperienza nella lotta contro lo sfruttamento sessuale dei bambini. Grazie a lui ed ai volontari che lo affiancano in questa mobilitazione che va avanti senza soluzione di continuità e nella pressoché totale assenza di fondi pubblici, magistratura e forze dell’ordine sono riuscite a smantellare reti internazionali di pedofili che si scambiavano materiale vietato attraverso internet. La mozione, presentata da Davide Bonaccorso e da altri consiglieri di maggioranza, è legata anche alla proclamazione di Aci Castello come “Comune a tutela dell’infanzia”.