Il 99% dei BambiniI (9/10 anni) ha un profilo su Facebook

Minori/Convegno Meter:
La Famiglia il diritto più votato falsata
 l'età.

"I bambini di famiglie separate sono tristi, non sono felici”;  e nel momento di crisi la famiglia rimane sempre un luogo sicuro. Il papà e la mamma devono ascoltarci di più, anche i giudici nel caso delle separazioni. I bambini, nonostante la crisi economica, percepiscono la famiglia come la loro ricchezza e il sostegno ai loro sogni e desideri. E’ questo in sintesi il risultato dei questionari che sono stati somministrati a n. 770 studenti di 4 e 5 elementare nelle scuole di Avola (SR) realizzato dall’Associazione Meter onlus - di don Fortunato Di Noto - www.associazionemeter.org .
I dati sono stati presentati stamani (Aula Magna Elio Vittorini) al “Convegno conclusivo” della “Settimana dei diritti dei bambini”, dalla dott.ssa Adriana Passarello, psicologa, responsabile del centro di Ascolto e Accoglienza di Meter e di don Fortunato Di Noto con la presenza dell’Assessore all’Istruzione e ai servizi Sociali Avv. Vincenzo Campisi e della Dirigente Rubino, gli studenti coinvolti, le insegnanti e i dirigenti.

IL DIRITTO PIU’ VOTATO: LA FAMIGLIA - “Il diritto più votato è stato quella della ‘famiglia’ (50%) che per i bambini raggruppa tutti gli altri diritti: a non essere sfruttato (15%), al gioco, all’uguaglianza e alle cure (8%), all’istruzione e ad essere informato (4%) , ad esprime le proprie idee (3%).

MINORI E SOCIALNETWORK - il 99% dei bambini ha dichiarato di avere un profilo su Facebook dopo aver falsato l’età e identità. E’ impressionante come bambini così piccoli (9/10 anni) abbiano la libertà - senza alcun controllo genitoriale, se non marginale - di utilizzare facebook senza conoscere i pericoli ma anche le opportunità. Percepiscono Facebook più come un gioco che non come un potente mezzo di comunicazione.
“Continueremo ad impegnarci - dichiara don Di Noto - per formare e prevenire i bambini sui loro diritti e sulla grande opportunità della rete internet. Inquieta la superficialità con cui liberamente e senza alcun monitoraggio utilizzano la rete Internet. La famiglia è la grande protagonista dei bambini - conclude don Fortunato Di Noto -  un segnale che impone non solo la riflessione, ma la richiesta di nuove e più incisive politiche alla famiglia e ai minori.”