PEDOFILIA/ METER-OSMOCOP, DENUNCIATI 493 GRUPPI PEDOFILI SUI SOCIAL NETWORK.

SEGNALATI IN CINQUE MESI 4.140 SITI, EMORRAGIA NON SI FERMA.


Avola (SR), 15 giugno 2012  – Nel giorno in cui l'operazione “Strike” della Polizia Postale di Catania ha arrestato centinaia di presunti pedofili in tutta Italia, l'Associazione Meter Onlus (www.associazionemeter.org) di don Fortunato Di Noto pubblica il report sull'attività nei primi cinque mesi dell'anno. Siamo davanti ad un'emorragia che non si ferma. Le rilevazioni OSMOCOP – Osservatorio Mondiale Contrasto alla Pedofilia – Meter hanno evidenziato nei primi cinque mesi del 2012 un'esplosione di siti pedopornografici nel mondo (4.148) e gruppi pedopornografici sui social network (493)

493 GRUPPI SOCIAL NETWORK DENUNCIATI. CRESCE L’EMERGENZA - Le rilevazioni OSMOCOP dimostrano che l’incidenza dei pedofili reali e online tocca in particolare linkbucks (243 segnalazioni), grouply (102 segnalazioni), nicespace (106), vkontakte (19), facebook (12), netlog (6)e yahoo (5).

4.148 SITI TOTALI SEGNALATI - I domini generici sono 2.612; 1.043 quelli specifici e  493 gruppi su social networks. Dall’analisi emerge una suddivisione per continente ormai globalizzata: i domini sono allocati al primo posto in Asia, seguono Europa, America, Africa e Oceania. In Europa nello specifico abbiamo Russia, Austria, Lituania, Polonia, Spagna, Italia, Grenada – Caraibi, Montenegro, Germania, Svezia, Francia, Belgio. Per l'Asia abbiamo al primo posto l’India e Cina, Taiwan e Sri Lanka. In America al primo posto USA, seguono Oceania con l’’Isola di Tonga; ultima l’Africa: Libia, Somalia, Nigeria.

26 CASI SEGUITI (da gennaio ad oggi). Sono i casi accolti al Centro di Ascolto e di Accoglienza di Meter per i vari tipi di abusi sui minori. Le tipologie di aiuto sono: sospetti abusi sessuali, difficoltà relazionali in famiglia, figli contesi in separazione.

485 CONTATTI AL NUMERO VERDE NAZIONALE 800 45 5270. Molti minori chiedono aiuto al numero verde - linea telefonica che compie 10 anni dalla sua istituzione e che ha ricevuto 22.148 contatti di aiuto e consulenze telefoniche di emergenza. Molti anche i genitori che si rivolgono per consulenze di aiuto e informazioni specifiche per come affrontare situazioni di sospetto abuso e aspetti legati all’educazione e all’utilizzo di Internet.

DON DI NOTO: ATTENZIONE -– Per don Fortunato Di Noto “Il dramma della pedofilia e della pedopornografia dilaga sempre di più. Un aumento vertiginoso dell’utilizzo dei social network dove oltre alla formazione di reti di gruppi pedofili. La Rete è un prodotto fantastico dell’uomo, ma questi dati ci chiedono di stare attenti a spazi che sembrano di libertà ma nascondono lo sfruttamento. Non ci stancheremo mai di sottolineare che il fenomeno è più drammatico di quanto possiamo descrivere e che richiede una azione globale, con impegnative di risorse tali da agire globalmente”. E sottolinea: “Peraltro per continuare nella nostra missione è necessario avere dei fondi, che ancora la Regione Sicilia non ci ha ripristinato. Vorrei sensibilizzare di nuovo il governatore Raffaele Lombardo davanti a questa necessità”, ricorda. E sull'operazione Strike sottolinea: “Plaudo all'operazione, che conferma la nostra collaborazione con la Procura Distrettuale di Catania, la PolPost e il CNCPO (Centro nazionale Contrasto Pedofilia Online) di Roma”.

Che cos'è OSMOCOP: E’ un Ufficio altamente specializzato per la ricerca e l’elaborazioni dei flussi dati della rete internet, dove operano e rispondono professionisti qualificati ed esperti per ogni situazione di azioni dannose sui minori, su problemi di disagio, sul maltrattamento, sullo sfruttamento e sulla violenza.
Ha inoltre la funzione di collettore della raccolta delle segnalazioni da utenti internet che navigando si imbattono su siti con contenuto ritenuto pedofilo o lesivo per i minori, esperti provvedono immediatamente alla valutazione per inoltrare la denuncia alle autorità competenti.
Inoltre ha come obiettivo di informare gli utenti su come monitorare e denunciare siti sospetti, per questo il canale preferito per la sensibilizzazione è favorire l'uso corretto di Internet da parte dei minori.
Opera presso le scuole, con progetti altamente specialistici e formativi in materia di tecnologia informatica, collocando all’interno degli enti richiedenti un servizio specifico.
Ci teniamo a precisare che i Report Meter sul lavoro di monitoraggio internet, hanno una credibilità del 100% poiché i dati sono riscontrabili presso gli uffici del Ministero dell’Interno in virtù della convenzione siglata nel 2008 tra - Meter Onlus e Polizia Postale.

PEDOFILIA/ASSEMBLEA PUBBLICA DI METER A RAGUSA

 DON DI NOTO: “INVITO TUTTI I RAGUSANI A PARTECIPARE”

Avola,  5 giugno 2012 - Dopo la chiusura della Sede di Ragusa (Via Archimede 19/D), a causa dei tagli della Regione Sicilia, il Gruppo Territoriale Meter di Ragusa si incontrerà insieme ai rappresentanti delle altre Sedi Meter siciliane,  per la prima assemblea all’aperto il 5 giugno alle ore 19.00 in piazza S. Giovanni.  L’Assemblea è aperta a tutta la cittadinanza.

Ricordiamo che la causa che ha portato alla chiusura della Sede Ragusana – che coordinava tutta la provincia iblea – è stata data dalla irresponsabile indifferenza di molti politici siciliani che rappresentano anche i bambini di questa isola.

Don Di Noto, insieme al direttivo Nazionale Meter invita tutti a partecipare all’assemblea per conoscere concretamente l’impegno dei 10 anni operati nel territorio ragusano a tutela dei bambini. Un servizio silenzioso, competente, riservato ma reale compiuto con passione e determinazione.

“Avere aiutato un solo bambino di questa terra – dichiara don Di Noto –  e avergli dato speranza, è la più grande ricompensa che Meter abbia potuto ricevere. Ma pensare che i soldi dei cittadini siciliani vengano sperperati per altri fini e non per l’infanzia, il sostegno alle famiglie, il sostegno a coloro che vivono di stenti, è un atto grave.