ULTIME NEWS

Meter XX G.B.V. Don Fortunato Di Noto: La nostra voce contro l’abuso non si spegnerà mai.

xx gbv“Siamo una realtà internazionale, la nostra voce contro l’abuso non si spegnerà mai”. Questo il messaggio di don Fortunato Di Noto che, al motto di: Fanciulli, alzatevi! da il via all’edizione numero XX della GBV – Giornata Bambini Vittime della violenza, dell’indifferenza e dello sfruttamento. La manifestazione viene promossa dall’Associazione Meter Onlus in tutte le sedi Meter in Italia e nel mondo dal 25 aprile alla prima domenica di maggio. Quest’anno si comincia in anticipo domenica 24 aprile alle 10.00 con la Santa Messa presso la parrocchia Madonna del Carmine di Avola (SR).

Già 23 diocesi in Italia hanno aderito e sostengono l’evento, saranno diffusi i messaggi dei cardinali e dei Vescovi. Le istituzioni civili: Senato e Camera con il patrocinio e il messaggio del Presedente Pietro Grasso. Il secondo appuntamento è fissato al 27 aprile, quando sempre nei locali dell’Oratorio parrocchiale aperto ai bambini verrà inaugurata, alle ore 10.00, per i 20 anni della GBV una ‘opera scultore in alto rilievo” in pietra calcarea di Noto, realizzata da esperti scalpellini locali, che rappresenta il logo di Meter – conosciuto in tutto il mondo.

Il logo Meter è formato da una grande M disegnata dai bambini che richiama il significato di grembo, accoglienza, protezione e l’abbraccio di chi ama i piccoli; all’interno della M figurano 12 stelle simbolo della corona della Vergine Maria, Madre di Gesù e madre di tutti i bambini; al centro campeggiano un bambino stilizzato e il globo che rappresenta l’umanità che deve essere sempre più accogliente e dalla parte dei bambini. Il logo non è solo una mera identificazione dell’Associazione ma richiama ad alti valori spirituali e civili. Sarà presente per la benedizione Mons. Angelo Giurdanella, Vicario Generale della Diocesi di Noto, dato che il Vescovo Antonio Staglianò è fuori sede, oltre che don Di Noto, il direttivo e volontari Meter, saranno presenti le scuole primaria e secondaria di 1° grado oltre ai cittadini tutti che spontaneamente desiderano essere presenti per questo importante evento.È da sottolineare che la GBV riceve ogni anno un crescente consenso ed una crescente attenzione da parte delle istituzioni: dai presidenti del Senato e della Camera, fino ai vescovi ed alla Gerarchia cattolica, l’attenzione per l’iniziativa Meter continua a macinare i consensi e l’affetto anche della gente comune in tutto il mondo (dalla Florida, alla California, dall’Argentina, al Brasile, Perù, Spagna ed alte nazioni). La GBV vedrà il suo momento clou ed il suo apice il 1° maggio in Piazza San Pietro al Regina Coeli recitato da Papa Francesco.

Da anni Meter chiude la GBV in San Pietro, dove il Papa rivolge un saluto speciale ed un incoraggiamento all’Associazione e a chi si occupa di tutela dell’infanzia. Quest’anno, se volete sostenerci, mettete una maglietta ed un cappellino giallo e fatevi trovare nella Piazza più importante della cristianità! Per don Fortunato Di Noto, fondatore e presidente Meter, “I messaggi che riceviamo sono, anno dopo anno, la dimostrazione del ‘peso’ che la GBV acquista in Italia e nel mondo”. E aggiunge: “Stiamo continuando a lottare perché i piccoli e deboli possano avere voce. La nostra voce si alzerà sempre e comunque a difendere chi non può parlare. Perché al silenzio della pedofilia dobbiamo reagire con la voce della denuncia profetica che salvaguardia i piccoli nel mondo”, conclude.

Che cos’è la GBV: La Giornata dei Bambini Vittime (GBV) della violenza, dello sfruttamento e dell’ indifferenza, contro la pedofilia, viene celebrata sin dal 1995, su richiesta delle famiglie e dei gruppi di bambini della Parrocchia Madonna del Carmine di Avola (SR) e dell’Associazione Meter onlus, a seguito del tentato omicidio nei confronti di una bambina di 11 anni, dei racconti di alcuni episodi di abuso e del suicidio di un ragazzo di 14 anni. Lo strutturarsi della pedofilia a livello criminale e le conseguenti pseudo-celebrazioni di “orgoglio pedofilo”’, imposero un ulteriore slancio alla Giornata Nazionale dei bambini vittime che, grazie all’impegno dei volontari di Meter, ha assunto negli anni un carattere nazionale.

Nel 2002, su sollecitazione istituzionale ed ecclesiale, la GBV è diventata un appuntamento e un forte richiamo in Italia e all’estero per la Chiesa, per la società civile e per le realtà politiche e culturali.I Vescovi, nelle rispettive Diocesi di appartenenza, hanno invitato le comunità ecclesiali a pregare e a riflettere sulla condizione dell’infanzia. Parrocchie e Associazioni, anno dopo anno, si sono coinvolte in questo appuntamento che è diventato sempre più condiviso.Le alte cariche dello Stato (Presidente della Repubblica, Presidente del Senato e Presidente della Camera), nonché Ministeri ed Enti locali (Regioni, Province e Comuni) aderiscono da sempre all’iniziativa, inviando messaggi e celebrando momenti di ricordo e sensibilizzazione con il coinvolgimento di università, scuole e aggregazioni politiche, sindacali e culturali.

 Le Sedi Meter, presenti in diverse città italiane, e i referenti all’estero, e realtà sociali ed ecclesiali, sono impegnati a promuovere annualmente la GBV, dal 25 Aprile alla prima domenica di Maggio, attraverso due fondamentali momenti celebrativi: il primo commemorativo, con preghiere e riflessioni; il secondo dedicato ai bambini e alle famiglie attraverso attività e incontri di riflessione e informazione. Papa Francesco non ha fatto mancare il Suo “messaggio speciale” alla GBV, così come già il suo predecessore, Papa Benedetto XVI.Nell’anno 2011, è stata anche conferita la “medaglia di rappresentanza” del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.