Giornata Bambini Vittime

papa-francesco-lotta-pedofiliaPAPA FRANCESCO
“Un saluto speciale va oggi all’Associazione Meter, nella giornata dei bambini vittime della violenza. E questo mi offre l’occasione per rivolgere il mio pensiero a quanti hanno sofferto e soffrono a causa di abusi. Vorrei assicurare loro che sono presenti nella mia preghiera, ma vorrei anche dire con forza che tutti dobbiamo impegnarci con chiarezza e coraggio affinchè ogni persona umana, specialmente i bambini, che sono tra le categorie più vulnerabili, sia sempre difesa e tutelata”.
(Regina Coeli, 6 maggio 2013)

“Saluto l’Associazione “Meter”, che da quasi vent’anni lotta contro ogni forma di abuso sui minori. Grazie per il vostro impegno! Come pure i partecipanti alla Marcia per la Vita, che quest’anno ha un carattere internazionale ed ecumenico. A “Meter” e ai partecipanti alla Marcia della Vita tanti auguri e avanti, e lavorare su questo”!
(Regina Coeli, 4 maggio 2014)

“Un saluto speciale va oggi all’Associazione Meter, nella Giornata dei bambini vittime della violenza. Vi ringrazio per l’impegno con cui cercate di prevenire questi crimini. Tutti dobbiamo impegnarci af- finché ogni persona umana, e specialmente i bambini, sia sempre difesa e protetta.
(Regina Coeli, 3 maggio 2015)


PapaPAPA BENEDETTO XVI
“Ricordo la Giornata per i bambini vittime della violenza, dell’Associazione Meter” (Regina Coeli, 3 maggio 2009).

“Rivolgo uno speciale saluto all’Associazione Meter, che da 14 anni promuove la Giornata Nazionale per i bambini vittime della violenza, dello sfruttamento e della indifferenza. In questa occasione vo- glio soprattutto ringraziare e incoraggiare quanti si dedicano alla prevenzione e alla educazione, in particolare i genitori, gli insegnanti e tanti sacerdoti, suore, catechisti e animatori che lavorano con i ragazzi nelle parrocchie, nelle scuole e nelle associazioni.” (Regina Coeli, 25 aprile 2010).

“Rivolgo uno speciale saluto ai rappresentanti dell’Associazione Meter, promotrice della Giornata nazionale per i bambini vittime della violenza, dello sfruttamento e della indifferenza, e li incoraggio a proseguire la loro opera di prevenzione e di sensibilizzazione delle coscienze a fianco della varie agenzie educative: penso in particolare alle parrocchie, agli oratori e alle altre realtà ecclesiali che si dedicano con generosità alla formazione delle nuove generazioni.”

(Regina Coeli, 25 aprile 2011)

“Rivolgo il mio cordiale saluto ai pellegrini di lingua italiana, in particolare all’Associazione Meter, che promuove l’impegno in favore dei bambini vittime della violenza”. (Regina Coeli, 6 maggio 2012)